AUTUNNO DI VELENI

L’Amministrazione Vanni sta macinando provvedimenti nella direzione promessa del cambiamento e i quattro consiglieri di opposizione rilasciano dichiarazioni bellicose in tutti i luoghi tranne che in consiglio comunale dove dovrebbero essere almeno presenti per poterlo fare.
Pare che nulla di quanto deliberato nell’ultimo consiglio comunale, sia di loro gradimento. Eppure dicono di battersi per la tutela della democrazia, dei diritti e delle tasche dei cittadini altavillesi. E come lo fanno? 
In un modo davvero singolare: fuggendo dal confronto e minacciando denunce nelle “sedi giudiziarie competenti”.
Forse alcuni di loro, per deformazione professionale, non credono che la tutela dei diritti democratici stia più nel sano confronto politico, ma nelle sedi giudiziarie. Così hanno scritto nella nota diffusa dagli organi di stampa e così minacciano da tempo su facebook e nei volantini che diffondono in paese. 
Probabilmente a qualcuno da troppo fastidio quanto l'amministrazione Vanni sta realizzando e con metodo intimidatorio si cerca di distogliere l'attenzione generale, cercando di minare la reputazione del Sindaco per fiaccarne l'azione politica.
Evidentemente, la macchina del fango è l’unico metodo di lotta politica che questi conoscono. 
Come quando si annuncia che presidieranno quotidianamente la casa comunale per tenere alla larga frequentazioni sospette o si adombra l’accesso agli uffici da parte di persone estranee oltre l'orario di lavoro. Altavilla ha una amministrazione aperta a tutti, sempre e che non si limita a fare 8-14.
Liberi per Altavilla non ha mai inteso l’Amministrazione come un circolo chiuso, autoreferenziale finalizzato ad un potere dispotico, ma il movimento è nato e vive per raccogliere le energie migliori ed utili per garantire ai nostri concittadini serenità e prospettiva sociale.
L’interesse e l’entusiasmo che percepiamo esserci nei confronti di questa amministrazione ci rafforza nel convincimento che questa sia la strada giusta. 
Pertanto, ci dispiace disilludere chi va cianciando di metodi dispotici: Liberi per Altavilla attuerà i punti del suo programma elettorale attraverso la partecipazione e la collaborazione dei cittadini per dare una rinnovata stagione di armonia sociale e di rilancio all’intera comunità, per troppo tempo mortificata dal pettegolezzo come mezzo di divisione che consentisse a chi comandava di poter continuare a farlo indisturbato. 
Le frequentazioni più volte sottolineate dall’opposizione non cesseranno, anzi ci auguriamo che esse si accrescano di nuove collaborazioni, sarebbe il segnale inequivocabile che la gente, vedendo trasparenza, lealtà e competenza, ha ricominciato a fidarsi di chi gestisce la cosa pubblica.

Liberi per Altavilla

 

16 0ttobre 2014

 

TORNA ALLA HOME